Digiuno intermittente: quanto si perde?

Quanto si perde con il digiuno intermittente? Digiunare un giorno fa dimagrire?

Ti sei mai fatto queste domande? Scommetto di si!

Ma se hai seguito finora tutto quello che abbiamo detto sul mangiare poco e spesso saprai anche che non esiste una sola risposta, così come non esiste un solo modo di dimagrire.

Perdere peso è un concetto relativo: tutti possiamo dimagrire in poco tempo e gioire davanti a quel numeretto della bilancia che ci dice effettivamente che il nostro peso è calato.

Ma è davvero così? E’ possibile davvero dimagrire in un giorno o perdere peso bevendo soltanto acqua per una settimana o poco meno? Questi sono gli interrogativi più importanti che ti devi assolutamente porre se hai deciso di seguire la strada del digiuno intermittente.

Non esistono formule matematiche per perdere peso e non sempre i chili che perdi corrispondono a calo di peso effettivo: quando inizi un digiuno, che tu abbia scelto di digiunare un giorno o una settimana, il tuo calo sarà netto, ma non saranno i chili in eccesso i primi ad andarsene bensì i liquidi.

Ai fini di un dimagrimento ottimale ma soprattutto salutare ciò che conta non sono i chili persi in termini di peso ma la percentuale di massa grassa.

Il peso effettivo che tu perderai sarà strettamente rapportato alla lunghezza del tuo periodo di digiuno: la quantità di peso che si perde dopo un digiuno, infatti, dipende dalla durata del digiuno e dal tipico apporto calorico. Ad esempio, se normalmente mangi 2000 calorie al giorno e digiuni per tre giorni, potresti perdere quasi 2 chili durante la digiuno.

Tuttavia, quando perdi peso troppo velocemente, più di 2 chili in una settimana, potresti non bruciare quei chili di grasso indesiderati, ma perderesti invece muscoli e acqua, perdendo così anche la capacità di bruciare calorie a riposo e disidratandoti.

Digiunare un giorno quanto fa dimagrire?

Se hai scelto di digiunare per un giorno alla settimana o al mese dovrai nutrirti di soli liquidi, non dovrai assumere nessuna caloria da cibi solidi e prediligere l’acqua naturale.

Ora, poiché l’acqua è una bevanda senza calorie, perdi peso se è tutto ciò che stai consumando, è matematico. Il numero di chili persi può variare in base alla durata del tuo digiuno.

Un digiuno di un giorno probabilmente non porterà a perdita di peso di lunga durata, pur creando un deficit calorico: il digiuno di sola acqua può sembrare un buon modo per perdere qualche chilo in fretta, ma non è il modo migliore per farlo. Infatti quando si limita fortemente l’apporto calorico, il metabolismo rallenta fino al 30%, ciò significa che il tuo corpo non brucia più calorie di quante ne mangi, rendendo più difficile per te perdere e mantenere il peso.

Un digiuno di acqua potrebbe anche non essere molto buono per la tua salute, può essere praticato dunque soltanto per forme di digiuno molto breve, come quelle della durata di 24 ore, ma non è il metodo più indicato per chi intende perdere molto peso, potrebbe richiedere infatti un lungo periodo di tempo.

Per perdere peso è necessario spostare l’equilibrio delle calorie in modo che il tuo corpo stia bruciando più calorie di quelle che stai assumendo. A digiuno, non stai consumando calorie e, quindi, sei in grado di creare il deficit necessario per perdere peso, ma la durata di un giorno forse è troppo breve per garantirti un dimagrimento ottimale, dovresti prolungare il tuo digiuno.

Ma il concetto fondamentale non è capire quanto si perde in due giorni di digiuno ma quanto si dimagrisce con il digiuno intermittente in termini di peso reale perso, ecco come fare a capirlo.

Quanto si dimagrisce con il digiuno intermittente

Non assumere calorie per un lungo periodo di tempo può farti stancare, influire sulla tua capacità di concentrazione e causare morsi della fame. Il digiuno di sola acqua non è sicuro per le persone con determinate condizioni mediche ed è pericoloso, e forse anche potenzialmente letale per le persone con diabete. Inoltre, non è salutare né sicuro per adolescenti, anziani, persone già sottopeso o donne in gravidanza o che allattano.

Un digiuno a base di acqua non dovrebbe durare più di tre giorni a meno, così come il digiuno per un lungo periodo di tempo influisce sulla pressione sanguigna, sulla frequenza cardiaca, sugli elettroliti e su altre funzioni corporee e deve essere monitorato da vicino dagli operatori sanitari.

Un piano di perdita di peso sano e gestibile richiede mezzi meno drastici e un tasso più lento di perdita di peso.

Quando si apportano cambiamenti estremi nella prima settimana o due di perdita di peso, è possibile perdere anche cinque chili a settimana. Gran parte di questo peso però è semplicemente il peso dell’acqua, non una reale perdita di grasso.

Dopo un paio di settimane, però, dovresti accontentarti di un tasso di perdita più prudente, ma costante. La riuscita perdita di peso a lungo termine dipende dalla creazione di uno stile di vita che puoi mantenere.

Pertanto prima di chiederti in due giorni di digiuno quanto si perde o quanto fa dimagrire digiunare un giorno è bene che inizi a domandarti se sei disposto a cambiare la tua alimentazione per farne uno stile di vita a lungo termine.

Il numero di calorie bruciate ogni giorno dipende dalla tua età, sesso, taglia e livello di attività. Molte persone, tra cui la maggior parte delle donne e gli anziani, non bruciano nemmeno 2.500 calorie al giorno. La gamma di calorie bruciate giornaliere è da 1.600 a 2.400 calorie al giorno per le donne, o fino a 3.000 calorie al giorno per gli uomini. Queste includono le calorie necessarie per supportare le funzioni di base del corpo, come respirare e pompare il sangue, e l’attività quotidiana, incluso l’esercizio fisico.

Se riesci a creare un deficit di 2.500 calorie al giorno in modo sicuro, potresti perdere tecnicamente cinque chili a settimana. Sicuro significa ottenere almeno 1.200 calorie al giorno da cibi integrali come proteine magre, cereali integrali e verdure fresche e frutta.

Se stai cercando di perdere peso, controllare la quantità di peso che hai intenzione di perdere in una settimana è un’idea intelligente. Due chili è la quantità massima raccomandata di peso da perdere in una settimana, secondo il Medical Center dell’Università del Maryland.

Mirando a limitare la perdita di peso a 2 chili ogni settimana, perderai più efficacemente il grasso corporeo in eccesso, piuttosto che il peso dell’acqua, e avrai una maggiore possibilità di mantenerlo a lungo termine.

La quantità di peso che si perde con il digiuno è determinata dalla frequenza e dalla durata dei digiuni, da ciò che si mangia in seguito e da altri fattori. Il digiuno per 16-20 ore al giorno può aiutarti a perdere tranquillamente 2-3 chili di grasso ogni settimana.

Inoltre perdere peso con il digiuno intermittente significa che non dovrai mai contare le calorie o pianificare e preparare diversi pasti al giorno.

Come il digiuno intermittente ti aiuta a perdere peso

Seguire il digiuno intermittente ha molti vantaggi in termini di perdita di peso.

Il primo è che quando stai digiunando, il tuo corpo sarà costretto a usare il suo grasso corporeo immagazzinato per l’energia.Bruciare calorie in questo modo, invece che dal cibo che stai mangiando per tutto il giorno, ti aiuterà non solo a perdere peso, ma a ridurre il grasso corporeo in eccesso che stai trasportando.

Ciò significa che non sarai solo più magro, ma avrai anche un aspetto migliore e sarai più sano di quanto potresti essere seguendo una dieta tradizionale.

La dieta del digiuno intermittente può aiutare a ottimizzare il rilascio dei principali ormoni brucia grassi nel tuo corpo. Ciò è particolarmente vero per i due ormoni più importanti: l’ormone della crescita umano (HGH) e l’insulina.L’ormone della crescita svolge un ruolo chiave nell’accensione del forno brucia grassi del corpo in modo da ottenere le calorie necessarie per lavorare sul grasso corporeo immagazzinato.

Gli studi dimostrano che il digiuno può aumentare la produzione dell’ormone della crescita da parte dell’organismo del 1300% nelle donne e del 2000% negli uomini!

L’influenza che il digiuno intermittente ha sull’insulina è altrettanto impressionante e forse più importante. Mantenere bassi e costanti i livelli di insulina è fondamentale per perdere il grasso in eccesso e mantenere il peso.

Le diete ricche di carboidrati trasformati (pane, pasta, riso) e zuccheri semplici (caramelle, biscotti e soda) hanno l’effetto opposto. Provocano infatti picchi insulinici e il risultato netto di questo fenomeno è che il tuo corpo immagazzinerà più di ciò che mangi come grasso corporeo in eccesso invece di bruciarlo come energia.

Aumentare cronicamente i livelli di insulina in questo modo può anche portare allo sviluppo di diabete di tipo II, obesità e altri problemi di salute cronici.

Il digiuno intermittente risolve facilmente questo problema: seguire uno stile di digiuno intermittente per 15 giorni aiuta a “bilanciare” i livelli di insulina, il tuo corpo diventerà una macchina bruciagrassi e avrai così più energia per tutto il giorno.

Importa davvero dunque capire esattamente quanto si perde con la dieta del digiuno?

Ciò che conta è che dimagrirai costantemente e riuscirai a mantenere il tuo peso, facendo della tua dieta uno stile di vita: che siano due, tre, o cinque chili persi non fa la differenza, ora sai come il digiuno intermittente può aiutarti a perdere peso velocemente, in sicurezza e senza sforzo. Non ti resta che iniziare!

 

sbusanca
 

Click Here to Leave a Comment Below 0 comments

Leave a Reply: